Le Collezioni si sono formate a partire dai primi decenni dell’Ottocento per stratificazione di acquisizioni successive e per accantonamento di strumentazioni non più in uso, oppure, fin dall’origine, con l’intento di costituire delle serie didattiche o addirittura un “Museo” (per esempio il Museo mineralogico e quello zoologico, allestiti nell’Ottocento).

In altri casi si deve all’interesse e alla sensibilità di qualche direttore l’aver creato i primi nuclei, organizzato le raccolte o “salvato” materiali a rischio di dispersione. Si tratta in maggioranza di apparecchiature scientifiche, piccola strumentazione, arredi, organismi vegetali o animali, per un totale stimato in circa 150.000 unità.